Salta il menu di navigazione e vai al contenuto
Home page  »  Eventi  »  incontri  » Giornata della Memoria 2012: I musicisti e la Shoah

Giornata della Memoria 2012: I musicisti e la Shoah

Università degli Studi di Genova - Facoltà di Lettere e Filosofia - Aula Magna - Via Balbi, 2, febbraio 08, 2012 - febbraio 09, 2012
h. 15:00

La Biblioteca Universitaria di Genova


 in collaborazione con

Università degli Studi di Genova e Goethe-Institut Genua

Logo Università degli Studi di Genova

 

              Goethe Institute

 

ha il piacere di invitarLa
alle
Giornate di studio

 I musicisti e la Shoah: Espressionismo e Dodecafonia

 Interverranno

Claudio Vercelli, Istituto di studi storici Salvemini, Torino
Marco Brunazzi, storico contemporaneista, Università di Bergamo
Carmelo Conforto, gia 'professore ordinario di psichiatria, membro ordinario della società' psicoanalitica italiana.
Marco Guidarini, direttore musicale
Fabio Galatola, cooperatore sociale

Approfondimento degli argomenti delle due giornate e dei profili biografici dei relatori


Legge 20 luglio 2000, n. 211: Istituzione del "Giorno della Memoria" in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti
Art. 1.
1. La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.
Art. 2.
1. In occasione del "Giorno della Memoria" di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.

 
Si ringrazia:      Saracino s.r.l. - logo sponsor



Contatto: Carla Artelli  (bu-ge.eventi@beniculturali.it)

Apri file word col programma delle due giornate